Ciao! Sono Marco e sono molto contento che tu voglia sapere qualcosa di più della persona che si nasconde dietro l’obiettivo!

Sono nato nell’ormai lontano 30 novembre 1988 a Cetraro ma vivo a Belvedere Marittimo, un piccolo borgo bagnato dal Tirreno cosentino e definito da tutti  “città dell’amore” grazie alle reliquie di San Valentino che conserviamo gelosamente nel convento dei Padri Cappuccini. Mi sono avvicinato al mondo della fotografia quasi per gioco con l’acquisto della mia prima reflex nell’agosto del 2011, una Nikon D3100, che mi ha permesso di conoscere, sperimentare e apprendere diverse tecniche. Scatto dopo scatto è arrivata la consapevolezza di voler trasformare questa passione in qualcosa di più e ho deciso di acquistare una Nikon D7200 e successivamente la mia prima full frame, una Nikon D750.

Nel 2017 ho incontrato 3 ragazzi eccezionali con i quali collaboro  per la realizzazione di matrimoni e di eventi di grande calibro. Ed è così che ormai da qualche anno è nata HERA. Per il nome della nostra associazione ci siamo ispirati alla mitologia greca, in particolare ad Era, sovrana dell’Olimpo e da tutti gli dei considerata patrona del matrimonio, della fedeltà coniugale e del parto.

Cosa mi piace fotografare?

Mi piace definirmi un Fotoreporter che cerca di catturare momenti unici della vita quotidiana e non. Sono un tipo curioso, mi piace ascoltare le persone e per ogni storia cerco di descrivere attraverso quel click, a me molto familiare, le differenti emozioni che mi trasmettete e a cui non smetto mai di ispirarmi. La mia fotografia è decisamente particolare perché credo che ogni storia di vita reale dev’essere raccontata in maniera spontanea,unica e senza pose prestabilite. Raccontare l’inizio delle vostre nuove avventure, la magia di uno sguardo, la bellezza di un’espressione catturata in un istante con uno stile raffinato ed elegante è la mia sfida preferita.

Adoro i nuovi progetti perché mi permettono di utilizzare ingredienti diversi che hanno il sapore  dell’innovazione, della rivoluzione e perché no anche del cambiamento e della maturità.

firma_marco_andrea_lancellotta